Domenica 4 settembre 2022

Oggi non sarà molto evidente che la parola di Dio sia una buona notizia. Sarà nascosta dentro richieste severe: liberare uno schiavo, come suggerisce Paolo a Filemone; rinunciare a beni ed affetti come chiede Gesù. Sono richieste quasi al limite dell’umano, ma per realizzarle Dio ci ha già tracciato la strada con la croce del Figlio. E su questa strada veneriamo il nostro compatrono sant’Osvaldo, re e martire.
Posted in Bollettini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.